Scrub per punti neri

Lo scrub è l’ideale per togliere molte impurità dal viso e, ovviamente, può essere utile per liberarsi dei punti neri (o comedoni), che insorgono quando il sebo e le cellule morte si accumulano sui pori della pelle, e questi reagiscono formando questi anti estetici inestetismi. Scopriamo in che modo realizzare uno scrub per eliminare i punti neri e quali sono le proprietà degli ingredienti con i quali vengono effettuati.

I prodotti per lo scrub e le loro proprietà

In commercio si possono trovare le più svariate creme esfolianti per eliminare i punti neri. L’importante, nello scegliere un prodotto adatto, è tenere conto del proprio tipo di pelle. I trattamenti più idonei, di solito, hanno due principi attivi:

  • perossido di benzoile, che trova impiego anche nella cura dell’acne o come sbiancante per i denti;
  • acido salicilico, che risulta tossico in grande quantità, ma nelle giuste dosi si può utilizzare per la conservazione dei cibi o come antisettico nel dentifricio. Sulla pelle, si può usare per curare le psoriasi.

Con questi principi attivi occorre, tuttavia, fare attenzione, in quanto possono causare reazioni allergiche. Nelle erboristerie o nei negozi, tra i rimedi naturali adatti per i comedoni, si può acquistare l’olio indiano, l’olio di jojoba, l’olio di cocco o una maschera purificante all’argilla verde.

Come fare lo scrub in casa

Uno scrub facile da preparare in casa, è a base di bicarbonato, che funziona come un esfoliante, e del succo di limone, che rigenera la pelle. Si prepara un composto mescolando due cucchiaini di entrambi, formando una crema, da applicare sulle zone interessate, massaggiandola con movimenti circolari, e infine risciacquarla. Questo scrub va applicato solo una volta al mese, o almeno ogni tre settimane, dato che agisce in profondità e alla lunga può dare fastidio alla pelle.

Un altro composto da usare, può essere preparato mescolando un cucchiaino di miele e uno di cannella in polvere, da applicare sulla zona colpita dai punti neri con una garza pulita. La si lascia agire dai tre ai cinque minuti e si rimuove con l’acqua.

In un barattolo di vetro, si può preparare un tonico, miscelando tre cucchiai di menta fresca tritata e tre di aceto, lasciandolo riposare in un luogo fresco e asciutto per una settimana. In seguito si filtra e si aggiunge duecentocinquanta millilitri di acqua, conservandola in frigorifero per sei giorni. Questo tonico va applicato con un batuffolo di cotone, la sera prima di andare a dormire, ed è adatto sia per eliminare i punti neri, sia per dilatare i pori.

Gli amanti delle fragole, possono usarle per preparare una crema astringente e purificante, adatta soprattutto per la pelle grasse. Si ottiene schiacciando due o tre fragole, unendo uno o due cucchiai di miele, e un cucchiaino di succo di limone. Se ne applica uno strato sottile e la si lascia agire per qualche minuti, prima di risciacquare il viso.